IL COLLEGAMENTO

Geografia

COME SI COLLEGA

Il collegamento tra Geografia e Leonardo Da Vinci

Per il collegamento con Geografia ho scelto di parlare delle carte geografiche (che abbiamo trattato nella prima unità del programma di geografia di quest’anno) e del collegamento che è presente tra la cartografia e l’imponente opera di restauro dei Navigli messa in pratica da Leonardo.

LA VITA DI LEONARDO

La cartografia

Durante la sua vita, Leonardo Da Vinci non si è limitato soltanto ad essere un grandissimo scienziato, scultore e scrittore (come abbiamo visto nelle altre materie) ma ha anche realizzato le carte geografiche di molte città italiane e realizzato addirittura la pianta di un’intera città: Imola (raffigurata nell’immagine qui accanto). 

COME SI COLLEGA

La realizzazione dei Navigli a Milano

Ho deciso di collegare Leonardo alla cartografia non solo perché lui stesso è stato un cartografo ma anche perché è riuscito, in soli 35 anni a realizzare cambiamenti radicali nella pianta della città di Milano per la progettazione e la costruzione dei Navigli a Milano, opera ingegneristica imponente (tutt’oggi ancora presente) che ha rivoluzionato il modo di muoversi a Milano (prima di Leonardo i Navigli esistevano, ma avevano solo uno scopo difensivo; Leonardo è riuscito a riprogettarli quasi completamente per renderli navigabili per il trasporto di persone e materiali nella città fin dalla Valtellina.

APPROFONDIMENTO

La storia dei Navigli

Le loro origini risalgono infatti al XII secolo quando, dopo la distruzione della città compiuta dal Barbarossa, si diede inizio alla creazione di un sistema di canali artificiali e navigabili a scopo difensivo ma anche per il rifornimento d’acqua e il trasporto delle merci.

Il primo a essere creato nel 1179 fu il Ticinello, poi Naviglio Grande, sfruttando le acque del basso Ticino, a cui seguì, nel 1457, il Naviglio della Martesana, a nord della città.

Il sistema doveva mettere in comunicazione il lago Maggiore, quello di Como e il basso Ticino, e fu perfezionato da Leonardo da Vinci, su incarico di Ludovico il Moro, migliorando la navigazione all’interno della città di Milano, e superando i problemi del dislivello, risolto con un sistema di chiuse, di cui oggi si può ammirare, nella sua versione originale, la Conca dell’Incoronata in Via San Marco.

Nel 1805, in epoca napoleonica, si completò la costruzione del Naviglio Pavese e il sistema giunse alla massima funzionalità dei collegamenti che durò fino alla seconda metà dell’Ottocento, quando l’avvento della ferrovia sostituì gradualmente il trasporto fluviale e le industrie iniziarono a inquinare le loro acque, tanto che la cerchia dei Navigli venne, negli anni, coperta fino ad essere interrata quasi totalmente. 

Da allora molte cose sono camhiate, in meglio: non solo le acque sono state depurate e oggi sono tornate navigabili come e più di un tempo, grazie anche a istituzione storiche com Canottieri Milano che, dal 1890, non ha mai  smesso di formare nuovi campioni di canottaggio fluviale, ma da alcuni anni si parla anche di riaprire i Navigli.

In particolare, l’associazione “Riaprire i Navigli”, si propone di riattivare il sistema della vie d’acqua lombarde riaprendo la fossa urbana di quei Navigli che, ancora oggi, scorrono sotto tutta la città, incorniciando il centro.

milan, the naviglio grande, christmas-4757371.jpg
Altri contenuti
SU DI ME

Attento, creativo e curioso

Nel triennio che si conclude con questo esame di stato ho imparato molti valori chiave della vita!

Gentile

"Se potete scegliere tra essere giusti ed essere gentili, scegliete gentili" - Wonder

Curioso

Sono curioso e sempre disposto a imparare; valori che ho imparato sia nella vita privata che nella vita scolastica.

Determinato

“Fallo o non farlo, ma non provarci" - Yoda

Creativo

Prendi questo sito web, chi avrebbe mai pensato a svolgere il suo elaborato d'esame in un modo così innovativo?

Più di un semplice elaborato

Semplicemente magnifico. Guarda ora il mio elaborato d'esame, come ha preso forma e i suoi contenuti!